Via Trento, 18
21040 Sumirago Varese
+39 0331 908003
da Lunedì a Venerdì
9:00-13:00, 14:30-17:30
acquisti in sede
previo appuntamento

Recinzioni elettrificate

Perchè i nostri recinti

Una barriera mentale

Come funziona?
L’elettrificatore, sia a corrente che a batteria, trasforma la corrente moltiplicandone il voltaggio a scapito dell’amperaggio. Come per la corrente normale – che viene trasportata da due fili – anche noi abbiamo due conduttori: il primo, grazie al paletto di terra che esce dal nostro elettrificatore, è il suolo che può essere paragonato a un filo conduttore che collega sempre il vostro cavallo (se la terra viene applicata seguendo
le nostre istruzioni); il secondo è il nastro. Quando il cavallo tocca il nastro camminando sulla terra con i suoi ferri o i suoi zoccoli, ecco che scocca la scintilla e l’elettricità lo colpisce creando in lui una decisa reazione.

Reazione del cavallo
Il Nastro Antiurto di Sicurezza Badi Farm, a differenza dei tradizionali recinti in legno o Fence in acciaio, crea una vera e propria barriera mentale. Grazie a questo sistema, il cavallo non percepisce il recinto come un'ostacolo da saltare o abbattere ma dopo le prime esperienze pensa di trovarsi davanti a un muro che gli provoca dolore e per questo diventa invalicabile. Le prime volte i cavallo si avvicinerà per curiosità ma con una certa prudenza, nel momento in cui tocca il nastro, riceve una  correzione elettrica. Questa correzione, se proviene da un nostro elettrificatore che pulsa con grande potenza e da un nastro ben installato e con grandi performance come il nostro, è paragonabile, come sensazione, a un colpo di frusta! Grazie a questo ricordo il cavallo rispetterà questa che diviene una “barriera mentale”. Anche i più grandi saltatori che volano ostacoli di 2 metri di altezza, non si azzarderanno a saltare 1,30 metri di nastro. 

Una barriera visiva

Il nastro è un ostacolo largo e quindi ben visibile; quando se lo trova davanti, in una frazione di secondo, l’istinto di conservazione gli comanda di arrestarsi, di rispettarlo e non travolgerlo 

“...è un ramo troppo grosso perché io lo spezzi, preferisco aggirarlo...”

Certo che per ben rispondere a questa necessità il cavallo deve trovarsi davanti due o tre altezze di nastro largo!

Resiste anche agli effetti del vento

Cinquecento metri di nastro da quaranta millimetri sono paragonabili a una vela di circa venti metri quadri: vi pare nulla quando soffi a il vento? Il nostro nastro è stato studiato per permettere che il vento passi grazie alla maglia larga.
Ma assolutamente rispettate la massima distanza di 5 m tra un isolatore e l’altro o di 4 m se abitate in una zona ventosa, così il vostro nastro non vibrerà e non si consumerà con la vibrazione.

La visione del cavallo

Da approfonditi studi i più grandi oftalmologi mondiali hanno appurato che la visione del cavallo è scarsa. Se potesse leggere non riuscirebbe a riconoscere nemmeno le lettere più grandi di una tavola per oftalmologia (quella usata per le valutazioni della vista). Vede sì a 350°, mentre l’uomo vede solo a 180°, ma vede come noi, con entrambi gli occhi, solo su 65°, e ha molti angoli morti, davanti il proprio naso e dietro di lui.

Possiedo già una recinzione in legno o in PVC, che cosa posso fare?

La palizzata in legno è sempre bellissima, proprio un bel regalo per i cavalli. Non tutti sono d’accordo sul fatto che il cavallo debba farsi i denti su queste costose recinzioni, infatti, una volta che il nostro cavallo è riuscito a romperla, schiodarla o abbatterla rischia di ferirsi. Il nostro consiglio: quello di aggiungere uno o due giri di Nastro Antiurto di Sicurezza, questo impedirà ai cavalli di provare ad oltrepassare la recinzione o di mordere il legno. Lo stesso sistema lo consigliamo per distanziare il vostro cavalli dalle recinzioni in PVC, un cavallo infatti, quando si gratta anche solo lateralmente esercita una pressione di circa 200 kg rompendo la recinzione. Ecco perché usare il nostro Nastro vi evita un mucchio di riparazioni. Guarda qui i nostri recinti in legno con verticali già perforati e la possibilità di rivestire i pali orizzontali e verticali con apposita guaina in polimero plastico super protettiva che aderisce completamente e lo protegge da erosione e marcimento.